mmm

il verdicchio tra storia, emozione e futuro – Az. Agricola Santa Barbara

Amo il verdicchio! Tutti dovremmo amare il verdicchio! Questa bacca bianca autoctona delle Marche è universalmente riconosciuta come una delle migliori varietà della nostra penisola, quella che, più di molte altre, sa adattarsi ai desideri del proprio vignaiolo, offrendogli una versatilità enologica che spesso sentiamo nominare solo per altre uve notoriamente più famose

dscf0514

La Calabria che non conosci – Poderi Marini

Quanto è difficile trovare un sorso di buon vino calabrese? Troppo, soprattutto per chi, come me, nel nord Italia, ha più facilmente accesso ai vini di Piemonte, Lombardia, Trentino, Veneto ecc…, ma come può sempre capitare la sorpresa è dietro l’angolo.
Sono venuto a conoscenza dell’esistenza dell’ Azienda Agricola Poderi Marini a Milano circa due anni fa grazie alla

dscf1162

L’emblema del verdicchio – Az. Agricola Andrea Felici

“Avresti mai immaginato questo futuro per te?” Tra tutte le domande che potevo dimenticare di fare a Leopardo, questa è l’unica che mi è rimasta lì, sul groppo. Lui, classe 1981 originario di Apiro, piccolo comune in provincia di Macerata, figlio di una famiglia dedita alla viticoltura, parte poco più che adolescente per l’estero con coraggio e voglia di fare, alla scoperta di cosa il mondo può offrire. Si ritrova così oltre la Manica alla corte di Gordon Ramsey,

img_1960

Il viaggio tra tradizione e modernità – Az. Agricola Ca’Rugate

“Per comprendere è necessario conoscere!” Dietro ciò che può sembrare uno dei più scontati modi di dire, si cela una verità senza tempo; una verità di cui oggi ci si scorda facilmente, ponendo ombra su quanto sia importante conoscere le radici della realtà, per poter comprenderne il valore. Questo vale dappertutto senza riserve e la viticoltura ne è un classico esempio. Aggiungo però qualcosa in più al semplice detto:

4

I giovani di Montefalco – Az. Agricola Brunozzi

Parlando di vino è facile entrare in contatto con gli aspetti storici e culturali che si legano alla tradizione vinicola del luogo, lasciando emergere quegli aspetti che restano nascosti alla mera degustazione e dove, storia, famiglia, vocazione, passione e molti altri caratteri si sommano per dar luogo a quella “bevanda” di cui, il mondo intero, non potrebbe più fare a meno: il vino!

bruno-b1-4

La Costiera Amalfitana in un bicchiere – Marisa Cuomo

La costiera Amalfitana è senza dubbio uno dei luoghi più magici di tutto il mondo, con un mare che sembra fermare il tempo, paesini arroccati testimoni del passato e quella magia di luce in cui l’occhio perde l’orizzonte tra cielo e mare, fondendoli assieme. Sono seduto al tavolo, nella terrazza del ristorante di fronte alla cantina che oggi sono venuto a visitare, mentre realizzo che incantevole luogo io oggi abbia deciso di visitare.
Subito mi vengono alla mente le parole di Veronelli: “Il vino è il canto della terra verso il cielo”.
Caro Maestro: “Che si tuffa nel mare” aggiungerei io.

dscf0713

La scommessa di Montevetrano

Già, una scommessa, così mi piace definire il vincente progetto di Silvia Imparato, una scommessa nata dalla voglia di sperimentare e sfidare i grandi vini rossi che, oltre 20 anni fa, facevano parlare tanto di sé nella nostra penisola. Soprattutto Bordeaux e quelli che oggi vengono definiti Super Tuscan, principalmente Cabernet Sauvignon e Merlot. Dalla frequentazione della famosa enoteca Fratelli Roffi Isabelli a Roma, complice una compagnia di esperti produttori ed appassionati del settore vinicolo

dscf0470

Lo straniero dell’Etna – Frank Cornelissen

Sono gli ultimi giorni del mio itinerario alla scoperta del territorio etneo, giorni bellissimi, giorni faticosi, ma soprattutto giorni in cui ho davvero appreso molto, sia dal punto di vista professionale che da quello umano. Visitando le varie cantine, da molte persone ho sentito parlare di questo belga, Frank Cornelissen, arrivato sull’Etna all’inizio del nuovo millennio alla ricerca del luogo “ideale” per cominciare l’attività di vitivinicoltore, o più semplicemente di agricoltore.

nn

Vulture e coraggio. Ecco gli ingredienti di Elisabetta Musto Carmelitano.

Oggi mi trovo a Maschito, cuore pulsante della produzione dell’Aglianico del Vulture, zona di antica vocazione agricola e rinomata per la qualità delle uve qui prodotte. Durante i miei viaggi, alla scoperta di nuove e vecchie realtà vinicole, ho avuto la fortuna di incontrare e conoscere una moltitudine di persone che oggi costituiscono il panorama enologico italiano

dscf0178

Tradizioni di famiglia – Quaquarini e i vini Bio d’Oltrepò

Eccomi qui, proprio lungo il famoso parallelo del vino, il “45esimo” che attraversa Bourdeaux, Oregon ed Oltrepò Pavese. No, non sono nè in Bourdeaux nè in Oregon, bensì in Oltrepò e più precisamente vicino al cuore vinicolo del territorio, a Canneto Pavese.